Cerca:
comunicati-stampa.biz
 Login | RSS |

Comunicati stampa

Ogni giorno tutte le informazioni aggiornate dal Web. Richiedi gratuitamente la pubblicazione del tuo comunicato.
Ti trovi su: Home » Weblog » Marketing e pubblicità » Blog article: Utilizzare la programmatic advertising per generare traffico di qualità.

Utilizzare la programmatic advertising per generare traffico di qualità.

3 Maggio 2019 da Jenni50

Tante sono ad oggi le metodologie per fare pubblicità programmata, ma quali sono le giuste condizioni per cui rendere efficiente l’acquisto degli spazi pubblicitari e generare traffico di qualità. I software di programmatic advertising permettono l’acquisto di forme pubblicitarie digitali, il che comporta automaticamente all’automatizzazione di posizionamento ed ottimizzazione. Quello di cui si occupano questi software è quello di acquistare spazi pubblicitari su siti online della propria rete e di rivenderla agli inserzionisti, facendo in poche parole da intermediari tra domanda ed offerta. La pubblicità computerizzata permette ad un computer di comprare dei veri e propri spazi pubblicitari su siti e piattaforme, un softwar che ha praticamente preso il posto di una mansione che veniva svolta dalle persone e che è stata automatizzata. Il software attraverso degli algoritmi permette di analizzare i comportamenti e gli usi ovviamente online dei consumatori, estrapolandone dei dati. Sulla base di questi dati si può risalire e costruire non solo il comportamento che i consumatori adottano onlione, ma anche chi sono gli utilizzatori “tipo”, si può così avere un target di riferimento a cui indirizzare la pubblicità. Sulla base dei dati che il software è riuscito ad estrapolarci possiamo creare in tempo reale una campagna ottimizzata mostrando dei contenuti solo a chi è interessato a quel tipo di prodotti.

Perché utilizzare un software di programmatic advertising

Un software di programmatic advertising permette di raggiungere solo il target interessato con i prodotti di loro interesse, il software infatti permette di creare una pubblicità “personalizzata” per l’utente finale. Il vantaggio di utilizzare un software di questo tipo è quello di non inondare gli utenti di pubblicità inutile e che non avrà nessun tipo di vantaggio, nè per chi vende nè tantomeno per chi dovrebbe acquistare, anzi passerà davanti agli utenti senza che loro se ne accorgano o gli diano importanza. Vediamo ora quale è il vantaggio di aver eliminato la componente umana. L’acquisto di un software di questo tipo porta all’azienda che lo adotta e che intende fare digital marketing vantaggi prima di tutto in termini di costi, poiché un software nonostante si terribile ammetterlo, ma lavora di più rispetto a quanto possa lavorare una persona, per di più viene eliminato il fattore errore, in cui può purtroppo inciampare la componente umana. I dati che riesce a rilevare un programma come quello di programmatic advertising, sono dati che permettono di arrivare direttamente al consumatore interessato ad un determinato prodotto, aumentando le probabilità che il consumatore finale acquisti il prodotto che gli interessa e su cui poteva avere qualche tipo di incertezza.

Ultilizzare il programmatic advertising è scelta giusta per le aziende che voglio aumentare il proprio traffico online

Non tutti sono pronti ad affidarsi a degli automatismi della tecnologia, per di più se questo vuol dire sostituirla al capitale umano di un’azienda, nonostante possa rappresentare un grande investimento a livello economica, recandone indubbiamente vantaggio. Il software per la pubblicità programmata garantisce precisione sotto moltissimi punti di vista non solo in termini di target , ma anche in termini di efficienza e di capacità di stare al passo con i tempi. La pubblicità programmata permette di cambiare una grade quantità di variabili ottenendo un numero di risultati sempre maggiore, dando così la possibilità di studiare e di aggiungere metodologie sempre più raffinate in termini di marketing. Il software per la pubblicità programmata lavora su tre diverse piattaforme la prima della quali permette di immagazzinare i dati degli utenti e li trasforma come abbiamo già detto in target di riferimento, la seconda invece acquista gli spazi pubblicitari per gli inserzionisti, mentre l’ultima analizza i dati della prima piattaforma e gestisce le offerte da mostrare agli utenti finali.

Inserito in Marketing e pubblicità | Nessun Commento »

Lascia un commento

Nota bene: I commenti saranno soggetti a moderazione.