Cerca:
comunicati-stampa.biz
 Login | RSS |

Comunicati stampa

Ogni giorno tutte le informazioni aggiornate dal Web. Richiedi gratuitamente la pubblicazione del tuo comunicato.
Ti trovi su: Home » Weblog » Tempo libero » Blog article: Quando Iniziare La Coltivazione Indoor Idroponica

Quando Iniziare La Coltivazione Indoor Idroponica

29 Giugno 2018 da ChiaraBiggi

La coltivazione indoor idroponica è una tipologia particolare di coltivazione indoor che vale la pena conoscere e seguire passo dopo passo, per riuscire avere delle ottime soddisfazioni, quando si parla di coltivazione in casa. Tutti coloro che vogliono cimentarsi nella cultura idroponica in ambienti chiusi devono avere tutte le informazioni e gli strumenti necessari per riuscire in questo intento. In un sistema idroponico, le piante vengono fatte crescere in un contesto che al di fuori di quello del traffico ambiente rurale. In un contesto dove però non ci sono parassiti le malattie provenienti dal terreno, si deve cercare di dare il meglio da un punto di vista della realizzazione della coltivazione di determinate piante. Controllando quelli che sono i parametri ambientali come nutrimenti, luce, ph, temperatura e conducibilità, si potranno avere delle coltivazioni davvero ottimali in ambienti chiusi grazie a questo particolare tipo di sistema.

 

Perché Scegliere La Coltivazione Idroponica Indoor

La coltivazione idroponica indoor permette di far crescere le piante al di fuori del terreno senza la presenza di antiparassitari oppure altri tipi di sostanze pericolose che nel corso del tempo potrebbero avere degli effetti dannosi, sia per le piante che anche per gli esseri umani. La coltivazione idroponica è in grado di massimizzare quelli che sono la rese in termini di cultura e sia per quanto riguarda la velocità, che la qualità e la quantità. Per iniziare la coltivazione idroponica è necessario perciò munirsi di tutti gli accessori necessari e poi dare il via a questo particolare hobby.

Gli Strumenti Per Iniziare La Coltivazione Idroponica Indoor

Per iniziare la coltivazione idroponica indoor è necessario avere una mini serra, ovvero una grow box in cui far germinare i semi. Poi successivamente serve una grow room con lo stimolatore delle radici che sono necessari per dar via alla fase di germinazione. Per fare in modo poi che la propria coltivazione fiorisca in maniera adeguata serve anche una luce a led, pure una luce a scarica nonché una resistenza stagna riscaldante che possa garantire l’avvio della germinazione per la pianta che si intende coltivare.

Le Fasi Della Coltivazione Idroponica Indoor

A secondo di quello che sono le fasi della coltivazione idroponica indoor, sarà necessario munirsi di una serie di impianti. Oltre all’impianto di alimentazione, nonché quello di areazione è necessario per la misurazione, di temperatura umidità e ph, servono anche delle lampade a led che sono fondamentali per garantire la crescita delle nostre culture. Il sistema idroponico inoltre ha necessità di avere sempre a portata di mano dei nutrimenti che servono sia per la fase di crescita, che per quella di fioritura, nonché anche un timer per la temporizzazione. Fondamentale per una grow box è anche l’umidificatore, il ventilatore e qualunque tipologia di struttura come un igrometro ed un termometro necessario per tenere sotto controllo i parametri di temperatura e umidità.

Il Sistema Di Illuminazione Per Le Coltivazioni Idroponiche Indoor

Per far funzionare in maniera corretta una coltivazione idroponica indoor è necessario avere un buon impianto di illuminazione che è composto da una serie di elementi come l’alimentatore, la lampada che può essere a led oppure a scarica ed inoltre, un porta lampada ed un riflettore. A seconda della grandezza della nostra grow box sarà necessario scegliere l’impianto di illuminazione adeguato. È chiaro che in uno spazio piccolo, non sarà necessario utilizzare delle lampade a led che abbia una particolare potenza, quanto piuttosto sarà fondamentale avere a disposizione tutte le illuminazioni e il calore necessario per fare in modo che la pianta fiorisca. Qualora ci dovessero essere delle difficoltà, si può sempre optare per riavvicinare la lampada alla pianta in modo tale da avere un effetto di calore molto più alto.

Inserito in Tempo libero | Nessun Commento »

Lascia un commento

Nota bene: I commenti saranno soggetti a moderazione.