Cerca:
comunicati-stampa.biz
 Login | RSS |

Comunicati stampa

Ogni giorno tutte le informazioni aggiornate dal Web. Richiedi gratuitamente la pubblicazione del tuo comunicato.
Ti trovi su: Home » Weblog » Varie » Blog article: Nuovo scandalo sulla carne in Francia. Carne equina, utilizzata in laboratori farmaceutici, venduta in macelleria.

Nuovo scandalo sulla carne in Francia. Carne equina, utilizzata in laboratori farmaceutici, venduta in macelleria.

2 Gennaio 2014 da dagata

Nuovo scandalo sulla carne in Francia. Carne equina, utilizzata in laboratori farmaceutici, venduta in macelleria. Le autorità italiane prestino la massima attenzione alle carni equine importate da Oltralpe

Nuovo scandalo sulla carne equina in Francia. Dopo oltre un anno di indagini, la gendarmeria ha smantellato un traffico di tranci di carne equina in particolare cavallo che venivano venduti in macelleria nonostante gli animali fossero stati prima utilizzati in laboratori farmaceutici. Secondo la rete televisiva locale France 3 Languedoc, la carne incriminata è stata distribuita a rivenditori “in Francia, in Spagna e in Italia”.

Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ricorda come l’inverno scorso, broker e imprenditori senza scrupoli avevano venduto la meno costosa carne di cavallo come manzo. Questa carne era stata immessa nel mercato attraverso piatti preparati, tra cui lasagne, che si supponeva contenessero solo carne di manzo.

Per tale precedente, rileva Giovanni D’Agata, dello “Sportello dei Diritti”, è opportuno dare immediata attuazione al sistema d’identificazione e tracciabilità europeo di tutti gli animali da macello al fine di consentire una maggiore tutela per i consumatori. È ovvio, che al momento le autorità sanitarie italiane farebbero bene a monitorare la situazione dell’indagine in corso in Francia per evitare che equini o carne equina non destinati al consumo umano vengano importati nel  Nostro Paese.

Inserito in Varie | Nessun Commento »

Lascia un commento

Nota bene: I commenti saranno soggetti a moderazione.