Cerca:
comunicati-stampa.biz
 Login | RSS |

Comunicati stampa

Ogni giorno tutte le informazioni aggiornate dal Web. Richiedi gratuitamente la pubblicazione del tuo comunicato.
Ti trovi su: Home » Weblog » Varie » Blog article: Commercio illegale di farmaci. La foto del presidente Barack Obama su un barattolo di pillole di viagra illegale venduto in Pakistan e su internet

Commercio illegale di farmaci. La foto del presidente Barack Obama su un barattolo di pillole di viagra illegale venduto in Pakistan e su internet

6 Marzo 2014 da dagata

Commercio illegale di farmaci. La foto del presidente Barack Obama su un barattolo di pillole di viagra illegale venduto in Pakistan e su internet

 

Viagra rivenduto sul mercato nero con il volto del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama veicolato attraverso internet e in Pakistan.

La virilità è un aspetto fondamentale per essere il capo. Così, quando si tratta di vendere come pillola del sesso un falso Viagra, quale marca potrebbe far colpo sul consumatore se non il più grande di tutti i capi quale “ Il presidente Barack Obama ?”. E non è tutto.

La copertina sfavillante di questo rip-off con base in Asia per lo più Pakistan mette in risalto il presidente degli Stati Uniti con un abito tipo smoking in stile James Bond con pistola e silenziatore in mano. Ma questo è un semplice errore o una presa in giro?

I barattoli delle pillole blu per la disfunzione erettile sono state contrabbandate nella regione dei pashtun del Pakistan confinante con l’Afghanistan, come è noto la patria di alcuni tra i gruppi più estremisti islamici e simpatizzanti dei talebani.

L’efficacia del farmaco è sospetta: in quanto sono state utilizzando sostanze completamente sconosciute. Il farmaco ufficiale per curare la disfunzione erettile è addirittura vietato in Pakistan. Le compresse di contrabbando sono vendute per circa 1 dollaro USA per una scatola di quattro. Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, segnala che a quanto è dato sapere le pillole in questione sono prodotte ”senza licenza, senza sperimentazione e con eccipienti potenzialmente pericolosi”, tanto che possono mettere a rischio non solo la salute ma anche la vita dei loro consumatori.

I rischi diretti e indiretti contro i quali i ricercatori mettono in guardia valgono sicuramente qualche riflessione. Tra i primi vi sono quelli legati alla composizione: ingredienti attivi sconosciuti ed eventuali impurità possono comportare problemi anche gravi.

Inoltre, essendo carente di una composizione dettagliata, aumenta il rischio di possibili interazioni con altri farmaci. Anche sulla posologia non c’è certezza e il rischio di assumere quantità eccessive del farmaco sarebbe reale, con conseguenze non sempre prevedibili.

Inserito in Varie | Nessun Commento »

Lascia un commento

Nota bene: I commenti saranno soggetti a moderazione.