Cerca:
comunicati-stampa.biz
 Login | RSS |

Comunicati stampa

Ogni giorno tutte le informazioni aggiornate dal Web. Richiedi gratuitamente la pubblicazione del tuo comunicato.
Ti trovi su: Home » Weblog » Varie » Blog article: Sicurezza alimentare: Rasff, allerta in Italia per cadmio e piombo nei bicchieri.

Sicurezza alimentare: Rasff, allerta in Italia per cadmio e piombo nei bicchieri.

21 Luglio 2014 da dagata

Sicurezza alimentare: Rasff, allerta in Italia per cadmio e piombo nei bicchieri.

 

La Slovenia ha attivato, il 3 luglio 2014, il Sistema rapido di allerta europeo (Rasff n° 2014.0914) avvisando le autorità sanitarie dei diversi Paesi europei circa la presenza di cadmio e piombo presente in alcuni set di bicchieri dipinti prodotti in Italia e commercializzati anche in Slovenia.

Gli oggetti in vetro quali bicchieri e similari destinati al contatto con gli alimenti, a seguito di non idonei trattamenti di colorazione e decorazione e successiva cottura, possono cedere metalli estremamente tossici dannosi per la salute ed in particolare cadmio e piombo.

Usato nelle vernici, disciolto per evitare la corrosione delle parti metalliche, presente anche nelle batterie, il cadmio è da sempre presente negli oggetti usati dai bambini.

Con un “piccolo” problema: a contatto con la saliva si scioglie e può venire ingerito. Ed è un materiale tossico, può avere effetti dannosi sui reni oltre che procurare diarrea, nausea e vomito e per questo l’UE prima e l’Italia dopo, sono corse ai ripari con una legge.

L’immissione sia sul mercato europeo che americano di tali oggetti è pertanto condizionata al rispetto dei relativi limiti.

Non è la prima volta, ricorda Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che viene segnalata la presenza di questo pericolosi metalli in eccesso in prodotti che possono entrare a contatto con gli alimenti e quindi con il corpo umano. Ecco, perchè è necessario mantenere sempre alta l’attenzione ed il sistema di allerta europeo, in questo senso, ci aiuta a segnalare tempestivamente i pericoli per i consumatori. Resta però alle autorità nazionali ed europee attivarsi immediatamente per prevenire e per bloccare sul mercato i prodotti a rischio come nel caso di specie e solo accurati controlli ed analisi concederne la reimmissione in commercio.

Inserito in Varie | Nessun Commento »

Lascia un commento

Nota bene: I commenti saranno soggetti a moderazione.